News

Contenuti Multimediali
Lunedì 07 Giugno 2010
Presto on-line contenuti multimediali sulla lavorazione dell'olio extravergine d'oliva. Scopri la qualità del nostro olio!
Sezione e-commerce
Venerdì 04 Giugno 2010
Stiamo realizzando la sezione e-commerce all'interno della quale potrete acquistare i nostri prodotti in tutta sicurezza e trasparenza.
Nuovi Contenuti
Mercoledì 02 Giugno 2010
Inseriti nel sito nuovi contenuti piu' ampi e ricchi di informazioni sul nostro olio extravergine, sulla nostra terra e lavorazione.
On line il nuovo sito
Lunedì 31 Maggio 2010
On-line la nuova interfaccia grafica del sito frantoiopalmadori.com, nuove funzioni e presto avremo anche la sezione e-commerce.

Vetrina Prodotti

RACCOLTA

 

La maturazione delle olive avviene, in Italia, tra novembre e febbraio, in funzione della latitudine, dell'andamento climatico e della varietà di ulivo: Leccino e Moraiolo, ad esempio, sono varietà precoci, Frantoio è invece tardiva. In ogni, caso, la raccolta va effettuata quando le olive sono mature o quasi mature: ritardare la raccolta non comporta una maggiore resa in olio, sia perché col passare del tempo le olive si deteriorano, sia perché diventano più fragili e restano comunque esposte al maltempo ed ai parassiti che possono danneggiarle.

 

 

Esistono diversi sistemi, che possono però essere ricondotti a due grandi categorie: la raccolta manuale e la raccolta meccanica. Il sistema senz'altro da preferire e quello detto di brucatura con cesto. Le olive, raggiunte grazie ad una scala a pioli, vengono raccolte a una a una , a mano, e poste nel cesto che si porta, solitamente, legato alla cintura. In questo modo non si danneggiano né la pianta né le olive, ma ovviamente la raccolta è molto lenta. La brucatura a mano con telo consente una produttività migliore e viene realizzata sempre a mano, ma le olive anziché essere riposte in un cesto vengono fatte cadere dal raccoglitore su di un telo preventivamente disposto sotto la pianta. In questo modo, però, le olive , specie se di varietà a pasta tenera o se troppo mature, si danneggiano nella caduta.

 

 

Il sistema senz'altro da preferire e quello detto di brucatura con cesto. Le olive, raggiunte grazie ad una scala a pioli, vengono raccolte a una a una , a mano, e poste nel cesto che si porta, solitamente, legato alla cintura. In questo modo non si danneggiano né la pianta né le olive, ma ovviamente la raccolta è molto lenta. La brucatura a mano con telo consente una produttività migliore e viene realizzata sempre a mano, ma le olive anziché essere riposte in un cesto vengono fatte cadere dal raccoglitore su di un telo preventivamente disposto sotto la pianta. In questo modo, però, le olive , specie se di varietà a pasta tenera o se troppo mature, si danneggiano nella caduta.

 

 

Analogo è il sistema della scrollatura: scuotendo manualmente i rami si fanno cadere le olive su di un telo sottostante. Anche in questo caso, le olive possono danneggiarsi e le più mature saranno le prime a cadere, mentre molte altre resteranno sui rami.
La raccolta a mano può anche essere effettuata con un pettine in legno ( pettinatura ) che, passato tra i rami, trattiene le olive senza danneggiare i rami. In questo modo però si asportano molte foglie ( da eliminare prima della spremitura) mescolando le olive sane a quelle guaste.

Con il termine bacchiatura si intende un sistema di raccolta assai diffuso ancor oggi nel meridione: i rami vengono percossi con pertiche, in modo da far cadere a terra ( dove è stato disposto un telo ) le olive. Come per la scrollatura, cadranno più facilmente le olive mature o troppo mature, alcune verranno danneggiate dalla caduta e insieme cadranno foglie e rametti, che poi sarà necessario asportare. Le pertiche, inoltre, feriscono la pianta, causando tagli e lacerazioni che possono poi favorire il diffondersi della rogna.

La raccatura, infine, consiste nella raccolta delle olive cadute spontaneamente a terra:è il sistema meno razionale, perché le olive si danneggiano nella caduta e, restando a contatto col terreno, vengono aggredite da muffa e batteri: l'olio che se ne deriva difficlmente sarà commestibile.

LA RACCOLTA MECCANICA

La raccolta meccanica è analoga alla raccolta per scrollatura, ma viene effettuata con scuotitori meccanici collegati al tronco o alle branchie principali della pianta. Un telo ad ombrello rovesciato o a piano inclinato raccoglie poi le olive cadute, convogliandole direttamente verso le cassette di raccolta. La scuotitura meccanica è però possibile solo su olivi appositamente coltivati, di età adatta, su terreni idonei e sistemati a sesti regolari.